L’Armata dei sonnamubuli


cover_sonnambuliSiamo a Parigi, la rivoluzione francese è appena scoppiata. Robespierre, Marat, la ghigliottina. il popolo francese, i cittadini, come si chiamano ora. Tanti personaggi, come sempre nei libri dei Wu Ming. tanti intrighi, ci vogliono pagine e pazienza per collocarli ognuno al proprio posto. Un libro intrigante, da cui traspare l’atmosfera tipica dei vicoli del centro di parigi, si respira il freddo pungente degli inverni francesi, si rivedono scorci che riaccendono la malinconia, ci si affeziona a questi strampalati personaggi, che poi, come per magia trovano il loro posto nella storia. da una pagina all’altra, improvvisamente, ognuno ha un ruolo preciso, uno a fianco all’altro, lottando per il bene del popolo. Ammetto di aver faticato un pochino a entrare nel meccanismo e lasciarmi trasportare dalla storia, e forse il dettaglio che più mi ha infastidito è la traduzione letterale dei monumenti (dobbiamo proprio chiamare Notre Dame “cattedrale di Nostra signora”??). però, come sempre con i loro libri, da leggere. decisamente da consigliare.
Et maintenant, Simone, c’est à toi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s