ripper


ripperQuesta volta non aspettatevi un racconto alla Isabel Allende. Niente atmosfere sudamericane, poche magie e spiriti che parlano dall’al di là. Siamo davanti a un vero e proprio thriller, appassionante e non banale. Un assassino seriale, un rapporto meraviglioso tra madre e figlia, un legame con un nonno davvero fuori dagli schemi. La scrittura e il ritmo sono riconoscibili e incalzanti, si deve resistere alla tentazione di voltare pagina per sapere come va a finire. Personaggi che si intersecano apparentemente senza legame, che poi si scoprono uniti da un filo invisibile. Il titolo ci riporta all’atmosfera di Jack the Ripper, proprio perché Amanda, brillante e introversa, è appassionata di gialli e dotata di un eccezionale talento per le indagini, in cui coinvolge una serie di amici virtuali. Quando Indiana scompare, sua figlia Amanda non perde un solo istante e coinvolge gli altri partecipanti di Ripper, cercando di battere sul tempo la polizia. La scomparsa della madre è collegata al serial killer? Ora, con la madre in pericolo, la giovane detective si ritrova ad affrontare il giallo più complesso che le sia mai capitato, prima che sia troppo tardi. Un bel libro da divano.

One thought on “ripper

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s