Smash


openOpen inizia dalla fine, impariamo a conoscere Andre Agassi vedendolo sofferente in uno degli ultimi match della sua carriera. E questo lo rende immediatamente umano e simpatico anche a chi, come me, ha sempre prediletto Sampras e Ivanisevic, considerando questo strano tennista troppo eccentrico e troppo pieno di sé. Ecco che invece questo bel libro ce lo presenta come un uomo normale, un ragazzino spaventato che non ha scelto di vivere sulla terra rossa, in lotta quotidiana contro un padre troppo severo e un drago spara-palle. Un tennista preciso e distratto, fortissimo e con mille debolezze. Impariamo a viaggiare con lui, a conoscere i suoi angeli custodi, a sperare il matrimonio con Brooke Shields finisca presto perché non vediamo l’ora di scoprire Steffi Graf. E soprattutto impariamo a tifare per lui, sempre e a prescindere. anche quando cede alle tentazioni, quando arriva in ritardo, quando la sera prima preferisce qualche bicchiere di troppo a un sano ritiro e un po’ di riposo. quando tutto in passato ce lo ha fatto sentore “antipatico”. Insomma, una gran bella scoperta. si sente il profumo della terra rossa, l’erba di Wimbledon, la rabbia per un doppio fallo. Se dovessi limare qualcosa, lo farei con i dettagli tecnici dei match. Chiari e interessanti per chi conosce il gioco e sa come funziona, ma temo noiosi per chi non ha mai avuto la mano che trema prima di un servizio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s