lampredotti and more


firenze notteIl 1 gennaio la sveglia suona alle 6, nessuno per le strade a parte il treno che fa chiudere un passaggio a livello mai notato prima, nascosto in mezzo ai campi. un treno a destinazione firenze, sempre magicamente meravigliosa. quattro giorni, milioni di passi, centinaia di gradini, due fiorentine, un lampredotto e si, anche qui, qualche opera d’arte che non si capisce. le mete in cui i turisti non si avventurano, tesori scoperti per puro caso, piazze senza nome trovate solo se indicate dai veri “locals”. entrare nelle osterie fidandosi dell’intuizione e scoprire posticini incredibili. e ora nella mente fanno a gara gli affreschi del Beato Angelico, le opere del Ghirlandaio a Santa Maria Novella, il paesaggio da San Miniato al Monte e l’emozione dello Spedale degli Innocenti. e poi chiacchiere, risate, capire come funziona un orologio montato al contrario. serenità. che scacciano via, almeno in parte, la tristezza della settimana scorsa. un grazie a te, mio unico compagno di viaggio.

One thought on “lampredotti and more

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s