be safe


ciclaminoora il silenzio è più rumoroso. qualche giorno a casa con le due persone che ami di più al mondo, ritrovandoti a ridere a crepapelle alle 7 del mattino, a chiacchierare in lingue diverse, a cercare gli oggetti più disparati. un’amicizia speciale e indissolubile, un tivogliobene che non sentivi da tanto, anche se cosciente fosse solo un non detto. una promessa di essere forte, se mai…promessa che cercherai di mantenere, anche se non ne sei così sicura. quelle scale. ogni cosa al suo posto, apparentemente nulla è cambiato. ti accorgi che c’è qualcosa che non va perchè non ci sono più i giornali piegati con cura sulla panca della cucina. solo in quell’istante capisci davvero. il voler fare qualcosa ma sentirsi impotente, in colpa, quando nemmeno le parole aiutano. e allora si parla di genova, del colore del tappeto, di parmenide. mentre un’altro pezzetto della tua infanzia scivola via. lentamente…

Post soundtrack: La cura, Franco Battiato

One thought on “be safe

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s