the casual vacancy


vacancyBenvenuti a Pagford, tranquilla cittadina inglese circondata dale sue verdi colline, con un’antica abbazia, una piazza lastricata di ciottoli, case eleganti e prati ordinatamente falciati. Ma, attenzione, ipocrisia, rancore, violenza e tradimenti sono in agguato sotto questa coltre di serenità. La morte improvvisa di Barry Fairbrother, il consigliere più amato e odiato della città, porta alla luce il vero cuore di Pagford e dei suoi abitanti: la lotta per il suo posto all’interno dell’amministrazione locale è un terremoto che rimescola divisioni e alleanze, facendo scoppiare guerre tra e nelle famiglie, portando alla luce rivalità e segreti. Da questa crisi che non sembra avere risoluzione, J.K Rowling ci trasmette un messaggio chiaro, che in qualche modo ci riporta a Harry Potter: che la vita è imprevedibile, e che solo vivendo con coraggio la si può cavalcare senza lasciarsi travolgere. Personaggi descritti minuziosamente, che si amano o si odiano istantaneamente. Un intrigo di storie a cui lei ci ha già abituato, che appare sconclusionato all’inizio, ma in cui ognuno ha un ruolo ben preciso. Ho deciso di leggerlo in inglese perchè volevo ricercare il suo stile chiaro, fluido e accattivante che ho lasciato sul binario 9 e ¾ qualche tempo fa. E si, che ho decisamente ritrovato. Un salto enorme dalla saga del maghetto, un linguaggio completamente diverso. Molto, molto bello. Finalmente ho di nuovo divorato un libro in pochi giorni.

The Casual Vacancy, J.K. Rowling

One thought on “the casual vacancy

  1. dopo quello che mi avevi detto prima delle vacanze mi hai convinta…finisco quello che sto leggendo e spero questo romanzo rapisca anche me!!!!!!!!!!!;)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s