sisters


Figli unici. Bello, ma non sempre facile. Se ne ho sofferto? No, mai. Malinconia? A volte. I facili detti popolari dicono che noi figli unici siamo viziati, abbiamo vita facile e tutte le altre banalità. Certo, “ci siamo solo noi”, è normale che la famiglia a tre sia più unita sull’unico bimbo presente. Ma ci sono momenti in cui non è così semplice. Arriva sempre un momento nella vita in cui manca quel qualcuno con cui parlare, condividere il Natale e i sorrisi. Tagliare a metà lacrime e momenti tristi. Ridurre la difficoltà di una partenza. A me è successo quando ho iniziato il liceo. Mancava quella persona, una sorella, come mi immaginavo io, con cui parlare davvero di tutto, fare quelle confidenze che si possono fare solo a una sorellina. Di notte, sedute sul letto. Ma la vita è imprevedibile, capace di stupire e lasciare a bocca aperta. Per fortuna. E così, all’improvviso, te ne ritrovi due. Di sorelle. E sai che non sarai mai abbastanza grata al destino.

Post soundtrack: Don’t give up on me now – Ben Harper

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s