zigzag kid


Il treno fischiò, lasciando la stazione. E così inizia l’avventura di Nono, il protagonista di questo capolavoro di David Grossman.
Per i suoi 13 anni, a Nono viene offerto un viaggio in treno da Gerusalemme ad Haifa. A organizzarlo sono il padre, un celebre detective, e la sua compagna. Ma il viaggio si trasforma in una serie di imprevisti e avventure orchestrate da clown, mangiatori di fuoco, e dall’elegantissimo Felix, un ladro internazionale che rapisce Nono e, su una favolosa Bugatti, lo porta a conoscere la grande diva Lola. Perché quei due mostrano di sapere tante cose su sua madre? Nono ne è ovviamente affascinato e li seguirà in altre fantastiche avventure prima di scoprire che si tratta dei nonni che non ha mai conosciuto. Da loro verrà finalmente a sapere la vera storia dei suoi genitori, in un viaggio alla scoperta di sé stesso e del suo mondo. Una favola per bambini, una favola per adulti. Un bambino un po’ strano, in effetti, proprio a zig-zag. Che zigzagando ci porta a spasso per il Paese. Meraviglioso. Il mio primo Grossman, a cui hanno fatto seguito molti altri, primo fra tutti Qualcuno con cui correre. Ma questa è un’altra storia. Era ancora il Grossman prima che il velo di tristezza gli velasse negli occhi. Un libro che non si riesce a mollare, di quelli che si portano nella borsa e si leggono anche al semaforo, per cui si salta la fermata della metropolitana.
Consigliato? Senza dubbio…perché..non l’avete ancora letto??

Post soundtrack: Chasing pirates, Norah Jones

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s