becoming marie antoinette


chi non ha mai sognato di essere una principessa, di indossare quei vestiti meravigliosi e danzare nella sala degli specchi di Versailles? Forse proprio colei che quei corridoi li ha percorsi molte volte, attenta a pettegolezzi e commenti non graditi: Maria Antonietta. Nel suo libro Juliet Grey ce la presenta sotto una nuova luce, la regina bambina ci parla in prima persona. Ci racconta la sua infanzia a Vienna, la doccia fredda quando la madre organizza il suo fidanzamento con il futuro Luigi XVI, gli anni di preparativi, in cui imparare il francese, sottoporsi a torture varie per modificare i suoi denti, i suoi capelli, il suo stile, la sua educazione. E il suo arrivo a Versailles, non così meraviglioso come si era aspettata. Un marito che la ignora, le altre dame che cercano di ingannarla, la lontnanza dalla famiglia. Un cercare la sua dimensione. Impariamo a conoscerla da questo diario inatteso, sostenendola nelle sue scelte e prendendo le sue difese quando si affida a una lettera alla sorella, volendo consolarla quando la madre le scrive parole di ghiaccio in nome degli affari di Stato. Un gran bel libro, che appassiona, scorre e fa sognare. E fa tornare la voglia, se mai sopita, di tornare a Versailles.

Juliet Grey, Becoming Marie Antoinette

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s