Ebano


«Questo libro non parla dell’Africa, ma di alcune persone che vi abitano e che vi ho incontrato, del tempo che abbiamo trascorso insieme. L’Africa è un continente troppo grande per poterlo descrivere. E’ un oceano, un pianeta a sé stante, un cosmo vario e ricchissimo. E’ solo per semplificare e per pura comodità che lo chiamiamo Africa. A parte la sua denominazione geografica, in realtà l’Africa non esiste».

Così Ryszard Kapuściński, giornalista e viaggiatore polacco, ci racconta il più affascinante dei continenti, raccogliendo in un unico libro i suoi reportage di una vita, aprendo le porte delle realtà più diverse, dalla dittatura di Idi Amin al genocidio ruandese, dalla Tanzania all’Etiopia, dal Camerun alla Somalia. Quarant’anni di vita africana, immerso nella gente, i loro drammi, le loro malattie. Lui stesso si ammala di malaria cerebrale, rischia la vita per mano di un guerrigliero, ma non perde mai lo sguardo attento e lucido del reporter, che deve testimoniare, raccontare, non tralasciare alcun dettaglio. Non mancano la violenza dei bambini soldato, il dolore dei ruandesi, le sofferenze degli ugandesi, ma anche le culture e le tradizioni che permeano ancora questo continente rendendolo così magico, che Kapuściński racconta con la sua imperdibile ironia. Appassionante e inquietante, meraviglioso e riflessivo, in cui si sente il calore del deserto e si vede la neve che spolvera la cima del Kilimanjaro. Un imperdibile compagno di viaggio per chi, come me, ha lasciato il cuore nel continente africano.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s